DOVE SIAMO

Via Fausto Coppi, 37/a – 43122 – Parma.
Tel. + 39 0521 487757
Fax + 39 0521 484554
info@litoreverberi.com

https://www.litoreverberi.com

Privacy PolicyCookie Policy
 

Il nostro calendario 2021

Il nostro calendario 2021

Il nuovo anno si avvicina ed è bene darsi degli obiettivi da raggiungere per iniziarlo con il piede giusto. Il riscaldamento globale è uno dei problemi più grandi che dovremo affrontare negli anni a venire, per questo il calendario 2021 di Litografia Reverberi accompagna ogni mese con un proposito sostenibile. Ognuna di queste abitudini contribuisce a diminuire il proprio impatto sull’ambiente e tutti possono iniziare a metterle in pratica, dentro e fuori dall’ufficio!

 

 

 

 

Trasporto

Un cambiamento che può aiutare fortemente il pianeta può avvenire già di prima mattina! Se siete soliti recarvi al lavoro da soli con la vostra macchina, quando possibile potreste usare la bicicletta o i mezzi pubblici, oppure caricare con voi altre persone che percorrono la vostra stessa strada! Infatti, condividere la macchina con quattro persone anziché viaggiare sa soli, permette di risparmiare 120g di CO2 per ogni km percorso.

 

Usare acqua fredda

Per generare acqua calda viene utilizzata un’energia maggiore, che può essere risparmiata semplicemente utilizzando quella fredda. Quindi, quanto non è necessario l’utilizzo di acqua calda, ricordiamoci che c’è un’alternativa meno impattante.

 

 

 

 

 

Spegnere la luce

Sembra un consiglio banale, ma quante volte lasciamo la luce accesa perché ci assentiamo dall’ufficio “per pochi secondi” e alla fine ci ritorniamo dopo mezz’ora? Bene, il semplice gesto di spegnere l’interruttore ogni volta che usciamo da una stanza non ci costa grande fatica, eppure ci permette di risparmiare grandi quantità di energia!

 

 

 

Evitare la plastica monouso

La plastica è parte della nostra vita quotidiana e in alcuni casi è impossibile farne a meno. Però, è anche difficile smaltirla e riciclarla e purtroppo se ne trova tantissima nei nostri mari. È bene evitare la plastica monouso quando possibile, preferire le borracce alle bottiglie di plastica ed evitate l’uso di cannucce è un ottimo punto di partenza!

 

 

Non buttare olio esausto nel lavello

A volte capita di buttare l’olio esausto nel lavello, per comodità o perché si pensa che questo non crei un danno grave, ma non è così! Buttare l’olio esausto nel lavello altera l’equilibrio degli ecosistemi, perché finisce nelle falde acquifere e forma una patina sulla superficie dell’acqua, impedendo il passaggio dei raggi solari. Perciò, è bene versare l’olio esausto in una bottiglia di plastica per poterlo smaltire correttamente.

 

 

Chiudere il rubinetto

Anche questo può sembrare un consiglio banale, ma a volte, anche senza volerlo, ci dimentichiamo il rubinetto gocciolante. Una piccola accortezza in più può portare a risparmiare fino a 100 litri d’acqua al giorno. Chiudiamo il rubinetto anche mentre ci insaponiamo le mani o ci laviamo i denti!

 

Mettere il computer in stand-by

Prima di assentarci dall’ufficio per lunghi periodi di tempo, mettiamo il computer in stand-by. In questo modo potremo risparmiare molta energia. Inoltre, anche staccare la spina dalle prese elettriche quando non stiamo utilizzando i dispositivi permette di non sprecare energia.

 

 

Questi sono alcuni consigli da poter mettere in pratica per incominciare ad avere uno stile di vita più sostenibile! Ovviamente, iniziare da ciò che ci viene più facile spianerà la strada per acquisire sempre più abitudini eco-friendly.

 

Le piccole accortezze di cui abbiamo parlato di certo non bastano a risolvere il problema del riscaldamento globale e a salvaguardare il nostro pianeta, ma è dalle piccole abitudini che possiamo iniziare ad avere uno stile di vita più attento all’ambiente. Un punto di partenza da cui iniziare per riuscire a lasciarsi alle spalle un mondo migliore di come lo abbiamo trovato.

 

In Litografia cerchiamo da anni di diminuire l’impatto del nostro lavoro. La strada è ancora lunga, ma intanto date un’occhiata ai traguardi che siamo riusciti a raggiungere cliccando qui.

No Comments

Post a Comment