DOVE SIAMO

Via Fausto Coppi, 37/a – 43122 – Parma.
Tel. + 39 0521 487757
Fax + 39 0521 484554
info@litoreverberi.com

https://www.litoreverberi.com

Privacy PolicyCookie Policy
 

Filiera della carta: un settore circolare.

Filiera della carta: un settore circolare.

Per affrontare il riscaldamento globale, tutti hanno bisogno di fare la propria parte, anche le aziende! Uno dei modi più efficaci con cui le aziende possono muoversi verso uno sviluppo sostenibile è quello di integrare nel proprio sistema l’economia circolare.

 

 

Cos’è l’economia circolare?

 

È un modello economico che prevede di reintrodurre il materiale utilizzato all’interno del ciclo produttivo. In questo modo, il prodotto avrà più di una vita utile e verranno ridotte sia la quantità di rifiuti generati, sia quella di energia impiegata per produrre il materiale da zero. In più, verrà ridotta anche la necessità di impiegare nuove risorse.

 

Il modello che stiamo attualmente seguendo, ma che stiamo cercando lentamente di abbandonare, è quello di un’economia lineare:

estrarre, produrre, utilizzare e gettare

Il nuovo modello economico basato sull’economia circolare va a cambiare questo paradigma con quello delle 4 ERRE, modificando l’ultima fase.

 

 

 

 

Portare il sistema economico da lineare a circolare è fondamentale per combattere i diversi problemi ambientali che dobbiamo affrontare oggi.

 

 

Il settore cartario

 

Il settore cartario è uno dei leader nell’economia circolare: il suo materiale di riferimento è infatti la carta, che è a base naturale e può venire riciclata fino a 7 volte. Gli scarti di carta e cartone che possono essere riciclati sono due:

♻️ La carta pre consumer = si tratta di quegli scarti che vengono generati in cartiere e stamperie.

♻️ La carta post consumer = quella che viene riciclata dopo che il prodotto è stato utilizzato.

Questa risorsa è importantissima, infatti, è quella che viene più utilizzata per creare nuovi prodotti cartacei. In Italia solo il 33% dei prodotti cartacei è costituito da carta vergine!

 

Sono oltre 5 milioni le tonnellate di carta e cartone che vengono riciclate, consentendo di evitare grandissime quantità di rifiuti da smaltire e di risparmiare grandissime quantità di energia.

 

La sostenibilità della filiera cartaria italiana inizia dall’ingresso della carta nel Paese: viene controllata la legalità di tutta la cellulosa importata e circa l’80% è cellulosa certificata proveniente da fonti gestite in modo responsabile. Una volta lavorata e utilizzata, il tasso di circolarità del settore arriva mediamente al 57%, fatta eccezione per gli imballaggi in carta e cartone che raggiungono un tasso di riciclo dell’80% rispetto a quelli che vengono immessi nel mercato.  (Comieco)

 

 

Ripensare il sistema

 

Nonostante l’alto tasso di riciclo di carta e cartone, si potrebbe fare ancora di più! Assocarta, l’associazione di categoria che aggrega, rappresenta e tutela le aziende che producono in Italia carta, cartoni e paste per carta, afferma che le industrie del settore dovrebbero recuperare anche gli scarti generati dal processo di riciclo che, seppur minimi rispetto alla quantità di cellulosa riciclata (circa 10 tonnellate al minuto), potrebbe essere valorizzato e dare anche a questi “scarti degli scarti” una nuova vita.

 

 

Come contribuire a rendere sempre più circolare la filiera della carta?

 

Se fate parte della filiera – assicuratevi di raccogliere appositamente gli scarti delle lavorazioni e mandarli al macero. Questa pratica è largamente adottata dalla filiera per contribuire alla sua circolarità.

In Litografia Reverberi mandiamo gli scarti delle nostre lavorazioni al macero presso un’azienda specializzata nella raccolta, Ghirardi Carta. In questo modo contribuiamo a non sprecare i rifiuti cartacei.

 

Se siete consumatori finali – fate la raccolta differenziata correttamente per evitare di contaminare gli scarti che possono essere riciclati. Non tutta la carta può essere riciclata, controllate sul sito del vostro comune per scoprire quale differenziare e quale no!

L’economia circolare è estremamente importante per l’ambiente, perché ci permette di dare una nuova vita a materiali e prodotti che sono destinati a diventare un rifiuto. In questo modo utilizziamo meno risorse e meno energia, per tanto è necessario che questo sistema economico diventi lo standard in tutti i settori.

 

 

Riferimenti:

No Comments

Post a Comment